La Casa del medico di Papa Alessandro VII

San Quirico D’Orcia vive un armonioso equilibrio d’architettura, in un’aria urbana piccola ma zeppa di chiese, case torri, palazzi, giardini. Si sente insomma il retaggio di un passato di grande prestigio che ha contrassegnato l’identità di questo delizioso borgo, a cominciare dalla Collegiata, evoluzione d’una antica pieve, con due porte, la principale e la laterale,... Continue Reading →

Annunci

Il palazzo dalle due facciate

All’angolo fra via de’ Benci e il Lungarno Diaz, a un passo dall’avvio di Ponte alle Grazie, Palazzo Malenchini si presenta come un piacevole ed eclettico esito architettonico in un contesto costruttivo di chiara matrice Quattro-Cinquecentesca. Questo perché il palazzo, nell’odierna evidenza, è una sorta di riuscita relazione fra gli stili neoclassico e neorinascimentale. Due... Continue Reading →

La Villa e il giardino dei narcisi

Le sue fattezze le danno un’eleganza misteriosa, ricercata, con quei suoi chiari riferimenti neogotici nel disegno delle finestre, quell’aria vagamente romantica nel tocco rossastro dell’intonaco e in quell’essere circondata da un parco sognante di poetiche atmosfere e di languidi riferimenti letterari. Il solido disegno, riferito allo stilema delle ville toscane a ferro di cavallo, si... Continue Reading →

Di un castello senese e di una via di pellegrinaggio

Il suo retaggio ci riporta indietro di oltre mille anni. In quell’Alto Medioevo, violento e santo, che vedeva frotte di pellegrini sottoporsi a lunghissimi, estenuanti, penitenti viaggi per raggiungere Roma, la città santa. E il castello di San Fabiano, già esistente in una prima versione dall’VIII secolo d.C., agli albori del Mille, sorto nel territorio... Continue Reading →

Lo squisito Rinascimento ai piedi dei Monti Pisani

Ai piedi dei Monti Pisani, a pochi minuti da San Giuliano Terme, villa di Corliano si presenta in forme eclettiche, con il solido e semplice impianto quattrocentesco, in seguito ingentilito da interventi architettonici di ampliamento e abbellimento dalla famiglia Spini, che nel 1536, cederà la proprietà agli Agostini Venerosi della Seta, che in una sorta... Continue Reading →

Oggi i monaci non ci sono più

Dei monaci, del loro scandito e costruttivo battere il tempo dei giorni è rimasto il retaggio nell’aria, la solida memoria di queste mura, che comunicano un senso di frugale e semplice bellezza, che nel romanico trova un mezzo potente per comunicare agli uomini la percezione di un Dio colloquiale, più semplice da percepire. È il... Continue Reading →

Villa al Console, una nota di francese levità

Il Console fu quel Giuseppe Albertini di origine corsa, stimato e protetto da Napoleone, che portò in questa antica villa di delizie, immersa fra boschetti, fontane e coltivazioni di fiori 'aulentissimi’, una certa aria neoclassica, mettendo in atto qualche rifacimento tipico del periodo e facendo affrescare i muri del salone grande con scene e allegorie... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑