La prima Villa Medicea

Giusto Utens fu uno fra i tanti pittori fiamminghi che, nella seconda metà del Cinquecento, scese in Italia per affinare la propria arte a quella scuola così ambita. Della sua opera sono rimasti pochi esiti non rimarchevoli tranne una felice sequenza di lunette, vorremmo dire proto vedutiste, ciascuna delle quali ritrae, in un idealizzato realismo... Continue Reading →

Un castello lungo la via Francigena

Molti dei tanti castelli lunigianesi hanno conservato il loro tratto originario: in alto la fortificazione propriamente detta, col suo giro merlato, il cassero, sede, al tempo del vassallo, del signore dell’immediato territorio, la piazza d’armi, gli ambienti dei soldati. E appena fuori le mura le umili dimore del borgo, in età feudale destinate ai servi... Continue Reading →

Un palazzo dedicato a Galileo

Le indirette memorie di due immense figure del toscano ingegno, ‘patrimoni assoluti dell’umanità’, animano d’un interesse speciale la vicenda storica di un palazzo fiorentino di belle forme e di dimensioni contenute, che sembra quasi passare inosservato in quel via vai di gente e di botteghe che caratterizza l’antica e un po’ angusta via Sant’Antonino, più... Continue Reading →

Un piccolo capolavoro della ‘Maniera fiorentina’

Oltre i luoghi e i percorsi consueti che ci indirizzano ai capolavori pittorici dei suoi grandi musei, alle eleganti facciate e ai cortili dei suoi grandiosi palazzi, ai clamorosi e fondamentali cicli d’affreschi delle sue grandi basiliche, ai suoi monumentali giardini e ancora alle piazze ariose, ai poetici “canti”, agli angusti crocicchi e alle case... Continue Reading →

Memorie medicee in trionfo rococò

Un po’ fortilizio, un po’ rustica residenza agricola, un po’ ameno luogo di ‘delizie’ e di svago. Per come appare oggi la villa medicea di Buti, è il frutto di un connubio di diverse età e di differenti identità architettoniche che si sono perfettamente integrate tanto da aver raggiunto un esito di eclettica e originale... Continue Reading →

Un’Aquila di pietra vecchia di mille anni

Pare un petroso nido d’aquila appollaiato sulla vetta di un’asperità. Attorno, una terra che declina verso valle, fra una macchia bassa e boschetti sempreverdi di ginepri, corbezzoli e roverelle. Un primo giro murario, poi vari corpi di fabbrica che danno l’impressione di un’unica, compatta fortificazione su cui svetta il mastio. Come molti dei numerosissimi castelli... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑