ADSI Toscana news

Le notizie della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane

Il Castello di Fosdinovo e la leggenda di Bianca Maria Aloisia

ADSI.Lunigiana e Pontremoli.Castello Malaspina, Giardino delle Ortensie

Il castello di Fosdinovo, sito nell’omonimo paese in provincia di Massa-Carrara, è il maniero più grande e meglio conservato della Lunigiana.
La fortezza fu costruita attorno alla seconda metà del XII secolo, anche se un documento lucchese, risalente al 1084, alludeva già a un castrum fosdinovense.
A pianta quadrangolare, con quattro torri potenti e rotonde, secondo gli stilemi delle fortificazioni franco tedesche, a partire dal 1340 il castello fu di proprietà di Spinetta Malaspina, dopo che era appartenuto a lungo ai Nobili di Fosdinovo.
Sul finire del XIV secolo, la rocca fu restaurata per volontà di Gabriele II Malaspina, sesto marchese di Fosdinovo, ed acquisì le forme di una dimora gentilizia con un bel cortile rinascimentale ad alleggerirne la sagoma guerresca.
Risalgono a questo periodo il raffinato porticato con colonne in pietra, il pozzo e il bel portale in marmo da cui si dispiega il percorso per raggiungere la Sala d’ingresso, la Sala da pranzo, la Sala del trono, il grande Salone e la Stanza di Dante, in cui dormì il Sommo Poeta attorno al 1306.
La leggenda più famosa che ruota attorno al castello interessa la figura di Giacomo II Malaspina, Marchese di Fosdinovo nella seconda metà del XVII secolo. Secondo la tradizione, sua figlia Bianca Maria Aloisia, innamoratasi di un giovane stalliere, fu murata viva in una cella del castello assieme ad un cane e ad un cinghiale, affinché il blasone dell’intera famiglia non fosse infangato da un amore tanto disonorevole.
Al di là di questi fatti, sotto la reggenza di Giacomo II, il potere dei Malaspina si rafforzò, e il marchesato di Gragnola tornò sotto il loro dominio.
Davanti al castello, ancora oggi di proprietà degli eredi Malaspina – Torrigiani, si apre l’incantevole Giardino delle Ortensie, un angolo di assoluta bellezza i cui colori danno vita ad un delicato contrasto con la pietra arenaria che costituisce le pareti della fortezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow ADSI Toscana news on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per restare aggiornato sulle novità della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane.

Segui assieme ad altri 4.503 follower

Instagram | adsitoscana

#scattaledimorestoriche #photolux2017 #adsi fino al 10 dicembre in #palazzotucci a Lucca #scattaledimorestoriche nel calendario delle mostre #photolux2017 a #palazzotucci fino al 10 dicembre L'ultimo scatto finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una delle ultime foto finaliste del challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzate da @susannadituri
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Lo scatto di un altro finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a @sienaart
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Uno dettaglio in bianco e nero di @sara.vannucchi realizzato durante il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Uno scatto in bianco e nero di Riccardo Leprai di Palazzo Bartolini Salimbeni per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017
#adsitoscana Lo scatto di un'altra delle 25 finaliste del Challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzato in collaborazione con Photolux.

Riconoscete la dimora?
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Cinzia Donati fotografa un dettaglio di Villa Paolina a Compignano per il challenge Scatta la dimora storica
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio del cortile di Palazzo Ximenes di Davide Vezzi per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio in bianco e nero del Complesso di San Francesco realizzato da Giuseppe Leonardi per il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Scopriamo un altro dei 25 finalisti del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a Matteo Bimonte per lo scatto
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un accantivante dettaglio di Palazzo Pucci fotografato da Stepanka Krausova per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Per il challange Scatta le dimore storiche lo scatto finalista di @destinazioneterra della Villa Paolina a Compignano 
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Un dettaglio del Giardino Corsi Annalena fotografato da Skrypko Svitlana durante il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Debora Marovelli ci regala questa immagine selezionata tra i 25 finalisti del challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una nuova foto di una delle finaliste del challenge Scatta le dimore storiche. Grazie a Daniela Bassignani per lo scatto.
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 L'ingresso di Montesenario in questo scatto di Claudia Giusti per il challange Scatta le dimore storiche.
#photolux 
#dimorestoriche 
#adsitoscana
Giornata Nazionale 201827 maggio 2018
5 mesi ancora.

Seguici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: