Villa Graziani e i resti dell’ex mignattaio

ADSI.Livorno.Villa Graziani.jpegVilla Graziani, a Vada, fu edificata nel 1841 per volontà del Conte Commendatore Gaetano Fabbri su progetto dell’architetto livornese Felice Francolini.
Nel parco, un’armonica composizione di lecci, sughere secolari e altre piante tipiche della macchia mediterranea ben si lega a una bella presenza di capitelli, resti di colonne e fregi di epoche romanica e longobarda, qui collezionati dai proprietari dal periodo di costruzione della villa. La successiva edificazione della fattoria, intorno alla seconda metà del XIX secolo, dette un orientamento di imprenditoria agricola all’intera tenuta.
A questo periodo risale anche il piccolo edificio del Café Hause nel cuore del parco, una testimonianza importante di uno spazio élitario riservato alla famiglia e a pochi intimi, ove riposarsi durante la buona stagione.
Le scuderie della villa ospitavano invece il mignattaio, un allevamento di sanguisughe utile per gli studi farmaceutici. Questo singolare allevamento trovò fortuna in tutta Europa, dove i preziosi parassiti venivano venduti a molti istituti farmaceutici per le loro ricerche.
Negli anni Venti la tenuta fu acquistata dai conti Magherini Graziani, che ne sono ancora oggi i proprietari.
Villa Graziani è oggi un agriturismo i cui appartamenti, distribuiti in due dépandance, sono stati ricavati da quelle che furono le abitazioni del personale di servizio.
Per la sua incantevole e suggestiva bellezza, Villa Graziani è stato luogo di vacanza di numerosi personaggi dello spettacolo e non solo e, per lo stesso motivo, l’intero edificio è stato talvolta utilizzato per alcuni noti film, come Il nostro matrimonio è in crisi di Antonio Albanese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: