ADSI Toscana news

Le notizie della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane

Il Castello di Porciano e la sua torre maggiore

ADSI.Casentino, Bibbiena e Aretino.Castello di Porciano.jpegÈ attorno ai primi anni dell’anno 1000 e in terra casentinese, a Porciano, che i Conti Guidi decisero di innalzare il loro castello, vistosa testimonanza del grande potere raggiunto nel tempo dalla potente famiglia.
Dal 1017 il maniero fu residenza del Conte Guido di Teudegrimo, figlio di Guido Guerra IV e capostipite del ramo dei Conti Guidi di Porciano.
Tra i tanti reggenti che lo possedettero, va tristestemente ricordata la turpe figura del Conte Tegrimo che, qui ritiratosi dopo la Battaglia di Campaldino, sovrintese la zona a partire dal 1288 assalendo e derubando i viandanti e mercanti che passavano nelle vicinanze del castello.
Nel 1349 la proprietà passò al Comune di Firenze attraverso un atto di donazione siglato da Ludovico, ultimo dei Conti Guidi, che preferì rinunciare alle seduzioni del mondo facendosi monaco e abbandonando i beni terreni.
La permanenza di Dante presso i Conti Guidi durante il suo esilio è confermata dalla storiografia ufficiale, che la indica tra il 1310 e il 1311. È proprio in questo periodo che il poeta avrebbe redatto le sue tre celebri epistole latine, quelle Ai Principi e Popoli d’Italia, Ai Fiorentini e Ad Arrigo VII.
La rovina del castello iniziò a partire dal XVI in contempotanea con l’ascesa economica del piccolo nucleo di Stia che, posto a valle, risultava essere più funzionale e comodo per il commercio.
Caduto nell’oblìo per molti secoli, negli anni Sessanta del Novecento fu finalmente restituito alla severità delle sue forme, riscontrabile soprattutto nella torre maggiore, rimasta l’unico edificio originario dell’intero complesso architettonico.
L’opera di ristrutturazione fu messa in opera per volontà della contessa Flaminia Goretti de’ Flamini e del colonnello americano , suo marito.

Salva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 08/04/2017 da in NOTIZIE con tag , , , , .
Follow ADSI Toscana news on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per restare aggiornato sulle novità della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane.

Segui assieme ad altri 4.503 follower

Instagram | adsitoscana

#scattaledimorestoriche #photolux2017 #adsi fino al 10 dicembre in #palazzotucci a Lucca #scattaledimorestoriche nel calendario delle mostre #photolux2017 a #palazzotucci fino al 10 dicembre L'ultimo scatto finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una delle ultime foto finaliste del challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzate da @susannadituri
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Lo scatto di un altro finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a @sienaart
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Uno dettaglio in bianco e nero di @sara.vannucchi realizzato durante il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Uno scatto in bianco e nero di Riccardo Leprai di Palazzo Bartolini Salimbeni per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017
#adsitoscana Lo scatto di un'altra delle 25 finaliste del Challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzato in collaborazione con Photolux.

Riconoscete la dimora?
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Cinzia Donati fotografa un dettaglio di Villa Paolina a Compignano per il challenge Scatta la dimora storica
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio del cortile di Palazzo Ximenes di Davide Vezzi per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio in bianco e nero del Complesso di San Francesco realizzato da Giuseppe Leonardi per il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Scopriamo un altro dei 25 finalisti del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a Matteo Bimonte per lo scatto
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un accantivante dettaglio di Palazzo Pucci fotografato da Stepanka Krausova per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Per il challange Scatta le dimore storiche lo scatto finalista di @destinazioneterra della Villa Paolina a Compignano 
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Un dettaglio del Giardino Corsi Annalena fotografato da Skrypko Svitlana durante il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Debora Marovelli ci regala questa immagine selezionata tra i 25 finalisti del challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una nuova foto di una delle finaliste del challenge Scatta le dimore storiche. Grazie a Daniela Bassignani per lo scatto.
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 L'ingresso di Montesenario in questo scatto di Claudia Giusti per il challange Scatta le dimore storiche.
#photolux 
#dimorestoriche 
#adsitoscana
Giornata Nazionale 201827 maggio 2018
5 mesi ancora.

Seguici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: