ADSI Toscana news

Le notizie della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane

Nil Difficile Volenti. I Ruschi da Como a Pisa

cover.Nil difficile volenti.jpeg

Il libro di Pietro Verissimo Ruschi sarà presentato nella Biblioteca Statale di Lucca dalla Direttrice dottoressa Monica Angeli e dai professori Nicola Laganà e Raffaele Savigni.

 

23 marzo alle ore 17
BIBLIOTECA STATALE DI LUCCA
via S. Maria Corteorlandini, 12

 

 

Nil difficile volenti ripercorre la lunga e intricata storia della famiglia Ruschi che si dipana in epoca medievale tra Como, Lugano, Locarno e Bellinzona, per poi, dopo un primo soggiorno pisano in epoca viscontea, e ospiti dei Malaspina, a Monti in Lunigiana, dalla metà del ‘500, definitivamente a Pisa. Qui i membri della Ruschi, ricoprirono le massime cariche pubbliche divenendo protagonisti della vita pisana e toscana: Giovanni Battista fu maire di Pisa in età napoleonica, Francesco fu gonfaloniere di Pisa e di Vicopisano e Rinaldo, fermo sostenitore dell’Unità d’Italia, divenne deputato al primo Parlamento nazionale a Torino e poi senatore del Regno. Anche nel secolo scorso un altro Francesco fu deputato al Parlamento del Regno. I palazzi e le ville di campagna appartenute alla famiglia custodiscono cicli di affreschi fra i più importanti della pittura pisana del ‘700.

L’autore, Pietro Verissimo Ruschi, laureato in architettura presso l’Università di Firenze e diplomato in Archivistica, Diplomatica e Paleografia presso l’Archivio di Stato di Firenze, è stato funzionario della Soprintendenza per i Beni Ambientali e Architettonici di Firenze, Prato e Pistoia. Dal 1992 ha insegnato “Caratteri costruttivi dell’edilizia storica”, prima come professore associato e, dal 2000, come professore ordinario presso l’Università di Udine; in tale ruolo, nel 2006 si è trasferito in quella di Pisa, dove insegna “Restauro architettonico”.
Fra i suoi restauri più importanti si ricordano: a Firenze la brunelleschiana Sagrestia Vecchia di San Lorenzo, la Loggia dei Lanzi, la facciata di palazzo Corsini Suarez, la “Casa Zuccari”; a Pistoia la chiesa dello Spirito Santo; a Udine, il palazzo Caiselli. È autore di circa cento fra saggi e volumi riguardanti il restauro e la storia dell’architettura, fra cui si segnalano i suoi studi sull’architettura del ‘400 e del ‘500, in particolare sull’opera e sulla grafica di Raffaello e di Michelangelo. È presidente del Comitato Scientifico di Casa Buonarroti a Firenze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Follow ADSI Toscana news on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per restare aggiornato sulle novità della Sezione Toscana dell'Associazione Dimore Storiche Italiane.

Segui assieme ad altri 4.503 follower

Instagram | adsitoscana

#scattaledimorestoriche #photolux2017 #adsi fino al 10 dicembre in #palazzotucci a Lucca #scattaledimorestoriche nel calendario delle mostre #photolux2017 a #palazzotucci fino al 10 dicembre L'ultimo scatto finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una delle ultime foto finaliste del challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzate da @susannadituri
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Lo scatto di un altro finalista del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a @sienaart
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Uno dettaglio in bianco e nero di @sara.vannucchi realizzato durante il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Uno scatto in bianco e nero di Riccardo Leprai di Palazzo Bartolini Salimbeni per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017
#adsitoscana Lo scatto di un'altra delle 25 finaliste del Challenge fotografico Scatta le dimore storiche realizzato in collaborazione con Photolux.

Riconoscete la dimora?
#adsitoscana 
#photolux 
#dimorestoriche2017 Cinzia Donati fotografa un dettaglio di Villa Paolina a Compignano per il challenge Scatta la dimora storica
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio del cortile di Palazzo Ximenes di Davide Vezzi per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un dettaglio in bianco e nero del Complesso di San Francesco realizzato da Giuseppe Leonardi per il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Scopriamo un altro dei 25 finalisti del challenge fotografico Scatta le dimore storiche. Grazie a Matteo Bimonte per lo scatto
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Un accantivante dettaglio di Palazzo Pucci fotografato da Stepanka Krausova per il challenge fotografico Scatta le dimore storiche
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Per il challange Scatta le dimore storiche lo scatto finalista di @destinazioneterra della Villa Paolina a Compignano 
#photolux 
#dimorestoriche2017 
#adsitoscana Un dettaglio del Giardino Corsi Annalena fotografato da Skrypko Svitlana durante il challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Debora Marovelli ci regala questa immagine selezionata tra i 25 finalisti del challenge Scatta le dimore storiche
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 Scopriamo una nuova foto di una delle finaliste del challenge Scatta le dimore storiche. Grazie a Daniela Bassignani per lo scatto.
#photolux 
#adsitoscana 
#dimorestoriche2017 L'ingresso di Montesenario in questo scatto di Claudia Giusti per il challange Scatta le dimore storiche.
#photolux 
#dimorestoriche 
#adsitoscana
Giornata Nazionale 201827 maggio 2018
5 mesi ancora.

Seguici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: