Di un castello senese e di una via di pellegrinaggio

Borgo di San Fabiano.jpg

Il suo retaggio ci riporta indietro di oltre mille anni. In quell’Alto Medioevo, violento e santo, che vedeva frotte di pellegrini sottoporsi a lunghissimi, estenuanti, penitenti viaggi per raggiungere Roma, la città santa. E il castello di San Fabiano, già esistente in una prima versione dall’VIII secolo d.C., agli albori del Mille, sorto nel territorio di confine fra il Chianti senese e la Val d’Orcia, fu rinforzato di mura e di armati ed entrò a far parte del ‘sistema di Torri’ che controllavano la via Francigena e il territorio circostante, garantendo un tranquillo viaggio ai pellegrini e un controllo sui territori pertinenti alla Repubblica di Siena.
Alla fine del XV secolo il guerresco complesso fu riadattato in fattoria fortificata dalla nobile famiglia Forteguerri (una illustre esponente di questa, Vittoria, fu la madre di Enea Silvio Piccolomini, poi Papa Pio II, quello che volle veder realizzato il progetto della città ideale del Rinascimento; progetto che prese forma in quel modellino di perfezione che sarà Pienza).
I Forteguerri resteranno proprietari del complesso per quasi cinque secoli, fino agli anni ’50 del Novecento quando la nobile famiglia romana dei Conti Fiorentini acquistò il castello dando una nuova e definitiva identità a queste antichissime mura nelle forme e nella filosofia di una Residenza estiva con Tenuta agricola di grande estensione e Riserva di caccia.
Oggi il complesso conserva un umore cordiale che non ha rinunciato al fascino della sua turrita origine e quella piccola chiesa d’impianto protoromanico è il fiore all’occhiello della tenuta ch’è diventata un incantevole luogo di charme per una clientela esigente ma ch’è anche il segno rispettoso e tutto toscano di saper rispondere ai richiami del presente, senza dimenticare il valore del passato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: